Mostra "Lo sguardo italiano"

Lo Sguardo Italiano” (“The Italian Gaze”) è una riflessione tenera e amara sulle potenzialità inespresse del vasto patrimonio culturale e paesaggistico dell’Italia.

Dall’angolo di osservazione identitario di un’epoca, quello di chi è emigrato per ragioni professionali, un giovane artista di origini pescaresi, trapiantato negli Stati Uniti, Sandro del Rosario, racconta con maestria del tutto inusuale e priva di stereotipi, la nostalgica emozione suscitata dalla perdita di contatto contemplativo con la bellezza della terra d'origine.

La mostra “Lo sguardo italiano” racchiude immagini di natura diversa: scatti fotografici, disegni e ritagli di carta, che sono altrettante sublimazioni nella memoria dell’artista dei luoghi della sua formazione. L’Italia è un Paese che Sandro Del Rosario indaga con la lentezza dei ricordi e l’accuratezza dell’appartenenza emotiva. Attraverso le immagini, egli tenta di trasmettere il senso di una straordinaria potenzialità culturale a dispetto della radicata atonia morale ed economica che relega parte dell’intellettualità artistica, ma non solo, alla marginalità e all’emigrazione.

L’esposizione è completata dalla presentazione del film di animazione omonimo, “Lo Sguardo Italiano”, che è stato prodotto nel 2016 in maniera del tutto indipendente con il sostegno di prestigiose istituzioni americane, quali le Fondazioni per artisti: MacDowell Colony nel New Hampshire, Yaddo nello Stato di New York e Djerassi in California, alle quali si è aggiunta la Fondazione Pescarabruzzo. Realizzato con migliaia di fotocopie dipinte a mano con pastelli e colori ad olio, il film ha richiesto un tempo di lavorazione di ben 11 anni.

Il lavoro di Sandro Del Rosario è stato premiato ed esposto in numerosi festival di tutto il mondo. Alla inaugurazione della mostra a Pescara hanno partecipato: Paola Damiani, Presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, Presidente dell’Isia di Roma e di Pescara e Marco Bellano, Docente di storia dell’Animazione dell’Università degli Studi di Padova.           

Leggi il comunicato stampa

Visita la photogallery completa